Politica sulla privacy

Art. 97 ? Non occorre il consenso della persona ritrattata quando la riproduzione dell'immagine è giustificata dalla notorietà o dall'ufficio pubblico coperto, da necessità di giustizia o di polizia, da scopi scientifici, didattici e culturali, o quando la riproduzione è collegata a fatti, avvenimenti, cerimonie di interesse pubblico o svoltisi in pubblico. Il ritratto non può tuttavia essere esposto o messo in commercio, quando l'esposizione o messa in commercio rechi pregiudizio all'onore, alla reputazione o anche al decoro della persona ritrattata. 
Art. 98 ? Salvo patto contrario, il ritratto fotografico eseguito su commissione può dalla persona fotografata o dai suoi successori o aventi causa essere pubblicato, riprodotto o fatto riprodurre senza il consenso del fotografo, salvo pagamento a favore di quest'ultimo, da parte di chi utilizza commercialmente la riproduzione, di un equo corrispettivo. Il nome del fotografo, allorché figuri sulla fotografia originaria, deve essere indicato. (omissis?.). 
La liberatoria non occorre nel caso si fotografino persone note o persone non conosciute riprese nel corso di manifestazioni pubbliche o comunque in situazioni considerate di pubblico dominio. 
Quest'ultima eccezione dell'art.97, "fatti, avvenimenti, cerimonie di interesse pubblico o svoltisi in pubblico", presuppone che la persona ritratta si trovi in un luogo pubblico ed in presenza di pubblico. 
Non deve trattarsi di ritratto in primo piano decontestualizzato dall'avvenimento, ma è necessario che si sia chiara la presenza in luogo e in presenza del pubblico (ad esempio un tifoso a manifestazione sportiva).

I nostri sponsor...

                                     www.podhio.it                                                                                                                            www.ufoplast.com